10 modi che non conoscevi per far scappare un bullo

Mai avuto a che fare con un bullo? C’è Luca che ha sette anni, è un bambino vivace e sensibile, scalpita di gioia quando si fanno le operazioni alla lavagna e fantastica in silenzio quando ha la possibilità di fermarsi davanti alla cartina geografica del mondo. Però fa fatica a esprimere le proprie emozioni, si sente insicuro delle proprie parole e finisce per reprimere ciò che prova. Diventando così facile preda di alcuni compagni di scuola poco simpatici e un po’ prepotenti. Una volta ha preso anche delle botte. Una storia che suona famigliare, vero? Troviamo una soluzione? Anzi, perché non dieci?

Per il terzo anno consecutivo, scuole primarie e scuole dell’infanzia di tutta Italia sperimentano l’utilità del progetto edutainment Siamo tutti Capitano, un percorso di educazione socio-affettiva promosso da Farmaceutici Dottor Ciccarelli allo scopo di far emergere la leadership positiva che è in ognuno di noi. E con la possibilità per le scuole partecipanti di mettersi alla prova con un elaborato e aggiudicarsi materiali didattici tra i quali una LIM. Come si svolge? A fianco di 10 animali-guida che accompagnano i bambini tra una miriade di attività da fare in aula e a casa, vere e proprie schede didattiche che coinvolgono la classe e la famiglia. Ogni animale ha una sua identità, caratteristiche positive e negative diverse. Immedesimandosi nel leone o nel procione, nella tartaruga o nel gatto, i bambini scoprono tantissime abilità della comunicazione da utilizzare tutti i giorni, a seconda della situazione.

Questi gli step:

  • I bambini conoscono gli animali attraverso gli strumenti didattici del kit e i video del sito www.siamotutticapitano.it. L’identificazione scatta subito!
  • Giocando con i 10 animali a scuola e in famiglia, i bambini imparano nuovi modi di relazionarsi e di comunicare ciò che provano
  • Grande novità della terza edizione, giochi e attività per imparare a riconoscere e trasmettere le emozioni attraverso le espressioni del volto: rabbia, tristezza, gioia, paura, noia…

Alla fine del percorso, i bambini sapranno esprimere le proprie emozioni in maniera ASSERTIVA, non PASSIVA né AGGRESSIVA.  Per dire stop ai bulli e largo ai Capitani!

Se hai trovato interessante questo contenuto, condividilo. E se hai una storia di bullismo da raccontarci, COLLABORA CON NOI.

Per approfondire

 

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>