SIAMO TUTTI CAPITANO! Quattro chiacchiere “animalesche” con Nicola Iannaccone

Un’animazione di benvenuto per accompagnare i “naviganti” in un percorso di educazione socio-affettiva dai mille risvolti. E poi 10 video coinvolgenti per giocare a essere leone oggi e gufo domani, un tutorial per i docenti e uno per “esercitare” le proprie abilità della comunicazione anche a casa, un sondaggio a premi e un blog tutto da scoprire… ma anche un kit didattico rinnovato nelle attività e nei giochi. Nasce con un sacco di novità la seconda edizione di Siamo tutti Capitano (www.siamotutticapitano.it), il progetto di educazione socio-affettiva promosso da Farmaceutici Dottor Ciccarelli nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie, sviluppato da d&f comunicazione e ispirato al testo di Nicola Iannaccone “Né vittime né prepotenti”. L’obiettivo? Imparare a riconoscere le proprie emozioni e a esprimerle in maniera assertiva sfruttando le abilità della comunicazione, per dire “stop” ai bulli e largo ai Capitani! E tra le novità on line, l’angolo CHIEDI ALL’ESPERTO con Nicola Iannaccone che risponde ai quesiti “bullo-animaleschi” dei genitori!

 

Ne parliamo proprio con Nicola, psicologo esperto in tematiche legate al bullismo e fautore di un metodo che mira a fornire il maggior numero di carte da giocare nelle relazioni.

 

1. Buongiorno Nicola, Siamo tutti Capitano è tornato con parecchie novità per famiglie, docenti e bambini. Quali sono secondo te le più ghiotte?

I filmati che permettono immediata attivazione dei bambini e sono quindi un aiuto diretto agli insegnanti e ai genitori per addentrarsi con facilità nello scenario degli animali.

2. Si può dire che anche in campo relazionale non si smette mai di imparare? Ossia: SIAMO TUTTI CAPITANO serve ai bambini, agli insegnanti, a mamma e papà ma anche all’adulto che ha voglia di mettersi in gioco con sé stesso e con gli altri e si sforza di calarsi un po’ nei panni degli animali?

Lo scenario degli animali è una proposta rivolta ai bambini che, attraverso questi stimoli, possono identificarsi facilmente con le loro caratteristiche e quindi comprenderle per facilitare l’arricchimento e il cambiamento nella gamma delle proprie abilità sociali. Alla base di questa proposta c’è la strategia Axenroos che si ispira al modello psicologico “Rose de leary” della personalità . Un modello di funzionamento sociale che basandosi su assunti scientifici è applicabile in campo educativo, formativo e clinico. È quindi una proposta non solo per i bambini ma per tutti.

3. Parliamo del blog CHIEDI ALL’ESPERTO che ti vede protagonista. Perché un genitore dovrebbe “frequentarlo”? Cosa può trovare?

Oggi con la rete sono molte le possibilità di accedere ad informazioni e arricchire così la propria cultura. Avere un blog dove l’esperto è verificabile, permette una maggior sicurezza nel confronto.

Inoltre ciò che si vorrebbe realizzare non è un luogo di “ricette” ma un momento di confronto tra genitori e insegnanti su come sentirsi sicuri rispetto al proprio compito educativo.

4. Quindi, se dovessi condensarla in poche parole, la ricetta per diventare leader positivi nella propria vita e nelle relazioni è…?

Ridurre le proprie componenti aggressive e passive per esprimere al meglio la propria assertività.

 

Per approfondire:

http://www.testjegedrag.nl/tjg/zelftest/engels/index.htm

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>